APRILE DI SAKURA 桜 E NUOVI INIZI ASPETTANDO TE

ATTENZIONE ⚠!! IL BLOG HA CAMBIATO INDIRIZZO!! VI ASPETTO SUL NUOVO SITO:

http://www.ilprofumodeltatami.com

E anche questo aprile, un po’ uggioso e grigio, se n’è andato… è un mese tanto atteso da molti, quì ma non solo. Me inclusa. Fortemente “agoniato” anche dai tanti turisti, e sognatori di Giappone, che non vedono l’ora di ritrovarsi in volo ad alta quota, per godere degli splendidi paesaggi che questo posto sa offrire, con lo sbocciare della primavera.

È il mese della fioritura. Del Giappone che si risveglia dal suo leggero e freddo torpore invernale, colorandosi delle più svariate tonalità di rosa. È il mese degli hanami 花見, i famosi pic nic all’ombra dei ciliegi, che riempiono i parchi di una fiumana di gente che, in Italia, possiamo appena immaginare. Ondate di allegria e saké 酒 davanti a un bento 弁当 (avete presente i tipici “pranzi al sacco” portati in quei contenitori di diverse forme che si vedono nei cartoni giapponesi? Ecco, proprio quelli!) acquistato al konbini, o a volte, portato da casa per godersi in compagnia lo spettacolo della natura.

È il mese dei “nuovi cicli”, dei nuovi inizi. Dei migliaia di ragazzi che, ogni anno, terminano il loro percorso di studi e si buttano nel mondo del lavoro. È il mese “simbolo, start up” dei nuovi contratti professionali. Centinaia e centinaia sono le aziende che si preparano ad inglobare, nella loro dipendenti, volti nuovi, ogni anno, proprio in questo periodo. Scandisce una perfetta divisione del tempo. L’anno scolastico che ricomincia, nuove assunzioni, gli orari dei mezzi che cambiano, l’apertura del nuovo anno fiscale ecc.. È un nuovo ciclo che inizia. Per me preludio “solo” di un altro cambiamento tanto prossimo, quanto atteso e desiderato.

Questo è il secondo anno che riesco a fare hanami (letteralmente “guardare i fiori”). Purtroppo, come accennavo in apertura di questo post, è stato un mese “strano” metereologicamente parlando, dove il grigiore e la pioggia l’hanno fatta spesso da padrone. Se avete visto la pagina facebook del blog, avrete sicuramente notato le foto dei ciliegi, ve le ho messe anche se non mi hanno soddisfatto, proprio perché la luce che c’era non gli rendeva giustizia. Tutta quell’acqua ha portato presto la sfioritura, per cui in pochi giorni già diversi alberi hanno cominciato a perdere i loro splendidi petali, facendosi via via sempre più verdi. Ed ecco un tappeto rosato a ricoprire l’asfalto. Mi sono dovuta accontentare poi, di scatti di fortuna, rubati agli ultimi alberi trovati casualmente, girando per la città, ancora nel loro pieno splendore. In effetti è così che ho visto i più belli quest’anno, per caso.

Il fiore del ciliegio è forse uno dei simboli giapponesi più noti, che rimanda alla bellezza effimera delle cose e con la sua fioritura di breve durata, ricorda il naturale e meraviglioso processo della vita che nasce, per esser condotta al massimo del suo splendore, come lo sono i Sakura, tanto impeccabilmente perfetti, quanto fragili ed effimeri come sa esserlo l’esistenza.

E intanto anche maggio è iniziato… il MIO mese tanto atteso… La Golden Week, lungo ponte pieno di festività, fra Koinobori 鯉のぼり, le bellissime carpe variopinte e di tante grandezze svolazzanti in cielo in onore della festa dei bambini, i molteplici eventi nei parchi, anche tutto ciò sta volgendo al termine. Sono passati in fretta questi mesi e altrettanto velocemente stanno trascorrendo anche questi ultimi giorni..

Il mio nuovo cambiamento deve ancora arrivare, ma so che non tarderai tanto ad affacciarti al mondo, per sconvolgere ancora una volta la mia vita, la mia calma e a volte piatta routine quotidiana, e le mie notti, e non solo le mie.. con le tue continue richieste di attenzioni e bisogni, che solo i tuoi pianti saranno in grado di esprimere… forse pochi giorni o qualche settimana al massimo e poi anche tu, finalmente, dopo tutta questo attendere fatto d’ immaginazione, sboccerai di luce, perfezione e amore puro.

Ormai in attesa solo della tua voglia di conoscere questo posto a te ancora estraneo, con la valigia pronta all’ingresso e piena di minuscoli vestitini, mi auguro di riuscire ad essere la guida che meriti…per te e per il tuo piccolo grande fratellino, che ormai ti chiama a gran voce da mesi e che mi sistema la maglietta se vede la pancia scoperta, perchè altrimenti prendi freddo…

A voi auguro il meglio che la vita vi possa donare, ma so che non sarà solo quello, perché non è così l’esistenza di nessuno.. Nonostante ciò, noi saremo sempre lì, vigili, ma silenziosi spettatori, dietro le vostre spalle e camminate incerte, per sorreggervi quando cadrete e tendervi la nostra mano, come un porto sicuro, anche quando inciamperete nei vostri errori, come il faro, che nella notte più cupa illumina l’acqua, creando bagliori e riflessi di luce ad illuminarne la via.

Aspettando te…

Annunci

4 pensieri su “APRILE DI SAKURA 桜 E NUOVI INIZI ASPETTANDO TE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...