PROSSIMA PARTENZA

Nell’ultimo anno e mezzo ho fatto tante valige, ma ancor di più scatoloni, preso molti aerei… solo un anno fa, durante l’estate, nei primi  15 giorni di agosto sono salita su 8 aerei.. senza contare quanti altri ne ho presi tra fine agosto e ottobre..

Ora sono di nuovo prossima alla partenza, con una valigia da riempire, ma questa volta non è un nuovo inizio. Mancano poche settimane al mio rientro in Italia. Tornerò per un mese col piccolo terremoto di casa, soli io e lui. Forse mi farà impazzire durante tutte quelle ore di volo lo so, ma ho deciso di non pensarci fino al giorno fatidico.. Spero solo che, avendo prenotato per l’andata volo notturno, dorma..almeno per buona parte del tempo.

Ci sono ancora tante cose che devo fare e preparare, in vista di questo viaggio, ma ancora non mi ci sono messa. Una fra queste fare shopping di vestiti per Haruki.. Ancora non mi sono informata, ma probabilmente, se la mente non m’inganna, ormai lì s’inizia già a essere a manica lunga.. qui invece, il vero autunno deve ancora arrivare.. ci sono ancora giornate estive, tra i 25° e  30°, alternate da qualche tifone che passa qua e là, portando con sé una ventata fresca, ma anche tanta pioggia.

Verrò a respirare l’autunno, quello che qui dovrebbe cominciare davvero proprio quando io e Christian -è il primo nome di mio figlio- saremo lontani quasi 10000 km, perdendoci il clou dei momiji 紅葉, le foglie d’autunno che cadono. Un po’ mi spiace non essere qui a godermi questo spettacolo. È il Giappone che cambia, colorandosi di toni rosso aranciati, che rendono molti paesaggi ancora più suggestivi agli occhi, ulteriormente oserei dire, dopo la lunga e umida estate giapponese.

Comunque so che in Italia mi rifarò, anche se in altro modo. Perché per quanto io non rimpianga di essermene andata, anzi,  per un Expat tornare è sempre un piacere. Tornare vuol dire riabbracciare i propri cari, gli amici, gustare di nuovo quei momenti che non hai più a portata di mano. La bellezza di perdersi in una libreria, fra gli scaffali zeppi di libri di ogni tipo, che non hai nessuna difficoltà a comprendere, durante un freddo sabato pomeriggio..accatastarne una pigna e sedersi a un tavolo del bar del negozio, per leggiucchiare un pochino, prima di decidere quale comprare.. La cena o il caffè con le vecchie amiche, quelle con cui hai diviso tanti anni, a cui basta una chiamata all’improvviso, per ritrovarsi un paio d’ore dopo, insieme davanti a una tazza fumante, cosa impensabile spesso quando si vive fuori. Già, da queste parti, come in tanti altri paesi del mondo (lo so per certo..il caro vecchio facebook a volte insegna), bisogna prendere appuntamento almeno 2 settimane prima, per riuscire a vedersi per un caffè…altrimenti, questi incontri dell’ultimo minuto, restano fattibili solo fra italiani  (inizio a credere infatti che siano solo una nostra prerogativa). Riabbracciare i propri famigliari, con i nipotini che ti scorrazzano fra le gambe… e poi…cosa che sicuramente nessun Expat si perde..le nostre delizie culinarie! Sì, perché soprattutto a certe latitudini, per quanto tu possa cucinare italiano a casa, devi fare i conti con tanti prodotti tipici che non trovi da nessuna parte.. ma a volte anche i più banali, come molte verdure che abbiamo in Italia, qui non esistono.. beh..senz’altro una cosa di cui farò scorpacciate è la frutta..cara come l’oro da queste parti.

Beh.. che dire… credo che partirò con una sola valigia, ma tornerò con due.. un po’ per recuperare pezzi della mia vita che ho lasciato in giro, ancora in attesa di essere riportati “a casa”, e un po’ perché sicuramente mi servirà spazio per i piaceri della tavola.

Annunci

11 pensieri su “PROSSIMA PARTENZA

  1. serena ha detto:

    ti aspetto a braccia aperte…. ciao articolo bellissimo quando scrivi e io leggo mi sembra che tu sia qui a ridere con me davanti al ns cappuccino e briosce come l’ultima volta da meroni sei salita su quel taxi e addio io sono rimasta li a pensare…. va be ora basta se no mi commuovo….

    Mi piace

  2. valentina ha detto:

    Ci siamo incontrate per poco tempo al corso di tedesco e mi ricordo di te, come una persona grintosa e piena di determinazione. È sempre bello leggerti. Buon viaggio per questo mese in Italia!

    Mi piace

    • Ciao Vale!! Che piacere, grazie!! Anch’io mi ricordo bene e positivamente di te!! Chi l’avrebbe mai detto, dal mio amore per il tedesco e la Germania, alla certificazione internazionale presa ecc.. alla fine finisco dall’altra parte del mondo! 😃

      Mi piace

  3. serena ha detto:

    no non esagero non si mai nella vita tu stessa hai detto che non ti saresti aspettata di essere dall’altra parte del mondo tu ma neanche io fino a 2 anni fa ti avevo detto che te ne saresti andata questo e anche vero pero’…..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...